Home | Materiali componenti il calcestruzzo: requisiti di base previsti dalla Norme Tecniche

Materiali componenti il calcestruzzo: requisiti di base previsti dalla Norme Tecniche

12/11/2010
netconcrete it materiali-componenti-il-calcestruzzo-requisiti-di-base-previsti-dalla-norme-tecniche-n744 007

 Materiali componenti il calcestruzzo
Le Norme Tecniche stabiliscono precisi requisiti di base dei componenti


Premessa

L'elemento chiave nella progettazione e nella qualità di una miscela di calcestruzzo risulta un'accurata scelta dei suoi componenti in relazione alle prestazioni desiderate e nel rispetto dei requisiti stabiliti.

Riepiloghiamo quanto prescritto dalle nuove norme tecniche (DM 14/2008) in materia di componenti delle miscele di calcestruzzo e attività di prova e controllo sui componenti da parte del produttore e del Direttore dei lavori.


Sostanze nocive

I materiali componenti il calcestruzzo non devono contenere sostanze nocive in quantità tali da poter compromettere la curabilità del calcestruzzo o causare la corrosione dell'armatura, e devono essere idonei all'impiego previsto nel calcestruzzo.
Spetta alla figura del Tecnologo del calcestruzzo dell'impianto gestire l'attività di qualifica e controllo dei componenti che andranno a definire le ricette di calcestruzzo qualificate.

Il produttore di calcestruzzo è tenuto a documentare le diverse fasi:

  • di prova sui componenti prima dell'impiego in produzione;

  • di controllo in corso d'opera delle medesime materie prime.

Il programma delle prove e dei controlli da realizzare e le relative frequenze minime, per garantire che non vengano immessi nel ciclo produttivo materiali non conformi e comunque non idonei, è documentato nell'articolo Calcestruzzo preconfezionato: le prove e i controlli da realizzare (Pillole di Tecnologia Dicembre 2008).


Componenti del calcestruzzo

Leganti

Per la produzione del calcestruzzo è ammesso l'utilizzo esclusivo di leganti idraulici (legge 595/65) conformi alle norme EN 197-1 e EN 197-2 e provvisti di Marcatura CE.

E' escluso l'utilizzo di cementi alluminosi.

I cementi di tipo C (legge 595/65) hanno un utilizzo limitato ai calcestruzzi per sbarramenti di ritenuta.

Per l'utilizzo in ambienti chimicamente aggressivi occorre far riferimento all'utilizzo di cementi previsti alle norme UNI 9156 (cementi resistenti ai solfati) e UNI 9606 (cementi resistenti al dilavamento della calce).


Aggregati

Per la produzione di calcestruzzo sono ritenuti idonei gli aggregati ottenuti dalla lavorazione di materiali naturali, artificiali, o provenienti da processi di riciclo conformi alla norma europea armonizzata UNI EN 12620, dotati di attestato di conformità e recanti la marcatura CE.


Origine del materiale da riciclo

Rck Cls (N/mm2)

Impiego %

Demolizioni di edifici (macerie)

<15

fino al 100%

Demolizioni di solo calcestruzzo

35

30%

Cemento armato

25

fino al 60%

Riutilizzo interno negli stabilimenti di prefabbricazione qualificati

55

fino al 5%


L'impiego di aggregati grossi proveniente da riciclo è limitato nella quantità, vedi tabella, sempre che la miscela sia preliminarmente qualificata e documentata attraverso idonee prove di laboratorio e le prove di controllo di produzione applicabili (UNI EN 12620) siano effettuate negli impianti di riciclo ogni 100 tonnellate di aggregato prodotto oppure ogni giorno di produzione.

La norma UNI 8520 parte 1 e 2 costituisce un utile riferimento per l'impiego di aggregati reciclati, definendo i requisiti chimico fisici aggiuntivi rispetto a quelli fissati per gli aggregati naturali, in funzione della destinazione finale del calcestruzzo e delle sue proprietà. La norma UNI 8520 fissa limiti di impiego per gli aggregati reciclati più restrittivi rispetto a quelli riportati in tabella; che ad ogni modo resta il riferimento cogente all'impiego di aggregati da reciclo.

Per quanto riguarda i controlli di accettazione da realizzarsi a cura del Direttore dei Lavori, questi sono finalizzati alla determinazione delle caratteristiche tecniche riportate in tabella insieme ai relativi metodi di prova.


Acqua di impasto

L'acqua di impasto, compreso l'acqua da riciclo, deve essere conforme alla norma UNI EN 1008.


Additivi

Per la produzione di calcestruzzo sono considerati idonei gli additivi conformi alla norma EN 934-2, dotati di attestato di conformità e recanti la marcatura CE.


Aggiunte

L'utilizzo di ceneri volanti, loppe granulate di altoforno e fumi di silice è consentito purché non vengano modificate negativamente le caratteristiche prestazionali del calcestruzzo.
Le ceneri volanti devono soddisfare i requisiti della norma e UNI EN 2006-1 e UNI 11104.

I fumi di silice devono essere costituiti da silice attiva amorfa presente in quantità maggiore o uguale all'85% del peso totale.


Caratteristiche Tecniche

Metodo di prova

Descrizione petrografica semplificata

EN 923-3

Dimensione dell'aggregato (granulometria e contenuto dei fini)

EN 933-1

Indice di appiattimento

EN 933-3

Dimensione per il filler

EN 933-10

Formato per l'aggregato grosso (solo riciclo)

EN 933-4

Resistenza alla frammentazione/frantumazione (Rck> C50/60)

EN 1097-2

In collaborazione con Istituto Giordano, Ente di Certificazione abilitato ai fini della certificazione del controllo di produzione in fabbrica del calcestruzzo prodotto con processo industrializzato, Laboratorio autorizzato dal MIT ai sensi della L. 1086/71 del 05/11/1971, Centro SIT n.20 per Tarature e gestione della riferibilità metrologica delle apparecchiature/strumenti di laboratori.

Leggi anche Calcestruzzo preconfezionato: le prove e i controlli da realizzare.

A tua disposizione l'articolo completo in pdf Materiali componenti il calcestruzzo.


Perchè iscriversi:
  • iscrizione gratuita
  • iscrizione alla newsletter di Netconcrete che consente di ricevere gli aggiornamenti tecnici e tante altre notizie importanti riguardanti il mondo dell’edilizia.
  • utilizzo del dizionario tecnico italiano-inglese online in cui è possibile usufruire di un dizionario completamente dedicato all’edilizia, di grande utilità per il mondo del lavoro e della scuola
  • inserire la tua azienda nel nostro database: netconcrete è un ottimo strumento economico per la promozione delle imprese.
Iscriviti a NetConcrete
Nome *
Cognome *
E-mail *
Professione
Provincia *

Sei un'Azienda?

Nome Azienda
Indirizzo
Sito Web
Breve descrizione
Campi obbligatori *