Home | Fatturazione elettronica dal 1 gennaio 2018

Fatturazione elettronica dal 1 gennaio 2018

18/09/2018

Coloro che fra i propri clienti hanno Enti della Pubblica Amministrazione, già conoscono gli adempimenti connessi alla fatturazione elettronica. La normativa di fine 2017 ha stabilito l’estensione di tale modalità anche alla fatturazione verso tutti i clienti italiani dotati di partita IVA (fanno infatti eccezione le fatture verso clienti esteri o verso clienti privati) con un impatto generalizzato e profondo nelle procedure amministrative.

L’obbligo decorre dal 1 gennaio 2019, ma è bene pianificare il passaggio per tempo poiché le implicazioni tecniche, gestionali ed organizzative sono molteplici e complesse, quindi vanno affrontate con doverosa lungimiranza al fine di prevenire problemi molto seri per le vostre aziende.

Riepiloghiamo velocemente alcuni concetti fondamentali:
  • La fattura elettronica non è un file in pdf, bensì un documento informatico creato secondo un tracciato ministeriale standardizzato
  • Necessita di un apposito software per la compilazione
  • Deve essere firmata digitalmente, quindi bisogna disporre di una smart card con apposito lettore o di una business key
  • Deve essere inviata per Posta Elettronica Certificata al Sistema di Interscambio, un gestore della Pubblica Amministrazione che riceve le fatture dalle aziende emittenti, effettua un controllo tecnico-formale e le invia, sempre per PEC, alle PEC dei rispettivi destinatari
  • Deve essere conservata con modalità informatiche stabilite per legge o in house o in outsourcing mediante operatori autorizzati, in modo da garantirne la validità legale nel tempo.

Le fatture tradizionali, cioè quelle cartacee o in formato digitale (pdf, word, excel, ecc.), stampate su carta intestata e secondo un layout di proprio gradimento, potranno continuare ad essere utilizzate, ma solo al fine di dare avviso ai propri clienti dell’avvenuta emissione della fattura elettronica, che sarà l’unico formato ad avere valore legale. 
La legge impone inoltre l’emissione delle fatture entro precisi termini temporali, un documento solo cartaceo o digitale non rispetterà in alcun modo tali termini esponendo alle conseguenti sanzioni per mancata emissione di fattura.

I passi per una buona organizzazione e un passaggio sereno alla fatturazione elettronica possono essere così riepilogati:
  • Quantificare il numero di fatture emesse nell’anno
  • Valutare la necessità di nuovo personale amministrativo dedicato
  • Verificare la disponibilità di un adeguato computer e di una ottima connessione internet
  • Verificare la funzionalità del proprio indirizzo PEC
  • Ottenere un dispositivo di firma elettronica (se ancora non se ne dispone)
Alla luce di quanto sopra esposto è sicuramente una buona strategia dotarsi di un software non solo di provata affidabilità ma anche in grado di interagire con il proprio commercialista.

Quando non  è necessaria la fatturazione elettronica 
Dal 1° gennaio 2019, rimarranno escluse dall’obbligo di emissione di fatture elettroniche, le operazioni (sia prestazioni di servizi che cessioni di beni) effettuate:

  • verso soggetti non titolari di partita IVA ovvero di soggetti che operano quali privati ancorché in possesso di partita IVA;
  • verso e da contribuenti non residenti o non stabiliti in Italia. In tal caso, però, sarà necessario effettuare una sorta di “spesometro” dedicato, entro il giorno 5 di ogni mese;

  • da parte di soggetti che rientrano in regimi agevolati e più nel dettaglio contribuenti minimi (di cui al D.L. n. 98/2011) e forfetari (di cui alla Legge n. 190/2014).

 “sicuramente ci sarà una proroga...” 
Purtroppo vi devo informare che il previsto 1 gennaio 2019 è già un termine prorogato di un anno, tale normativa infatti doveva entrare in vigore il 1 gennaio 2018.

Seguiremo la transizione 


Perchè iscriversi:
  • iscrizione gratuita
  • iscrizione alla newsletter di Netconcrete che consente di ricevere gli aggiornamenti tecnici e tante altre notizie importanti riguardanti il mondo dell’edilizia.
  • utilizzo del dizionario tecnico italiano-inglese online in cui è possibile usufruire di un dizionario completamente dedicato all’edilizia, di grande utilità per il mondo del lavoro e della scuola
  • inserire la tua azienda nel nostro database: netconcrete è un ottimo strumento economico per la promozione delle imprese.
Iscriviti a NetConcrete
* Nome:
* Cognome:
* E-mail:
Professione:
* Provincia:

Sei un'Azienda?

Nome Azienda:
Indirizzo:
Sito Web:
Breve descrizione:
Campi obbligatori *