Home | Arriva la certificazione del modello organizzativo?

Arriva la certificazione del modello organizzativo?

02/11/2010
netconcrete it arriva-la-certificazione-del-modello-organizzativo-n189 007
Arriva la certificazione (esimente) del modello organizzativo?
E' notizia dello scorso 7 luglio che AREL, Agenzia di Ricerche e Legislazione, ha presentato un disegno di legge di modifica del D.Lgs 231/01 in materia di responsabilità amministrativa degli enti.

Decreto Legislativo 231/01
Il D.Lgs 231/01 è inserito in un discorso più generale di Corporate Governance, cioè in quell'insieme di istruzioni e di regole giuridiche e tecniche finalizzate alla realizzazione di un "governo" dell'ente che sia efficace, efficiente e, soprattutto, corretto ai fini della tutela di tutti i soggetti interessati dallo stesso.
L'adozione di un sistema di Corporate Governance, opportunamente inserito negli altri sistemi di gestione Qualità, Sicurezza e Ambiente, consente di organizzare la società secondo un sistema articolato e omogeneo di regole in grado di assicurare l'affidabilità del management e un equo bilanciamento tra il suo potere e gli interessi degli azionisti.
Il D.Lgs ha introdotto la responsabilità amministrativa per le aziende per reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio da soggetti che ricoprono una posizione apicale nella struttura dell'ente medesimo.

Le novità proposte da AREL per il D.Lgs 231/01
  • Eliminazione dell'inversione dell'onere della prova nell'ipotesi di reato dell'apicale.
  • Definizione di ente di piccole dimensioni.
  • Certificazione del modello.


Nota di Commento dell'Avv. Arena
Art. 7-bis, certificazione del modello preventivo: -in caso di regolare certificazione del modello preventivo secondo le modalità stabilite nel regolamento previsto dal comma 4 (il Ministero di Giustizia definisce i criteri generali per la certificazione di idoneità dei modelli, determinando il loro contenuto e le modalità di rilascio della certificazione, nonchè l'efficacia a questa attribuita e la periodicità del rinnovo) è esclusa la responsabilità dell'ente, sempre che il modello concretamente attuato corrisponda al modello certificato e non siano sopravvenute significative violazioni delle prescrizioni che abbiano resa manifesta la lacuna organizzativa causa del reato per cui si procede.-

La proposta intende ribilanciare il rapporto costi/benefici collegati all'adozione di un modello, oggi tutto spostato sul fronte dei costi; tuttavia il reale effetto di tale articolo è minore di quanto può sembrare.
Infatti, la responsabilità dell'ente è esclusa a 3 condizioni:

  • il modello sia regolarmente certificato, secondo le modalità definite dal Ministero di Giustizia;
  • il modello concretamente attuato corrisponda al modello certificato;
  • non siano sopravvenute significative violazioni delle prescrizioni che abbiano resa manifesta la lacuna organizzativa causa del reato (che smbra ricordale il concetto di "elusione fraudolenta" introdotto nelle prime linee guida di Confindustria).


La certificazione del modello costituisce solo 1 dei requisiti perchè possa essere esclusa la responsabilità dell'ente. E per quanto riguarda i 2 requisiti restanti chi dovrà dimostrarli?
L'azienda, che dovrebbe dimostrare sia la coerenza del modello attuato con quello certificato, sia l'eleusione fraudolenta del sistema organizzativo.
Il Pubblico Ministero, che sarebbe tenuto a dimostrare sia l'incoerenza tra i comportamenti concreti e il modello istituito, sia la colpa organizzativa dell'ente.

A quasi 10 anni dalla pubblicazione del Decreto Legislativo 231/01 sarebbe opportuno apportare modifiche sistematiche che consentano di mantenere l'approvazione, anche internazionale, per la legge 231.

Leggi tutto il commento dell'avv Maurizio Arena

Perchè iscriversi:
  • iscrizione gratuita
  • iscrizione alla newsletter di Netconcrete che consente di ricevere gli aggiornamenti tecnici e tante altre notizie importanti riguardanti il mondo dell’edilizia.
  • utilizzo del dizionario tecnico italiano-inglese online in cui è possibile usufruire di un dizionario completamente dedicato all’edilizia, di grande utilità per il mondo del lavoro e della scuola
  • inserire la tua azienda nel nostro database: netconcrete è un ottimo strumento economico per la promozione delle imprese.
Iscriviti a NetConcrete
Nome *
Cognome *
E-mail *
Professione
Provincia *

Sei un'Azienda?

Nome Azienda
Indirizzo
Sito Web
Breve descrizione
Campi obbligatori *