Home | Riforma in tema di concessioni demaniali: le nuove regole

Riforma in tema di concessioni demaniali: le nuove regole

02/11/2017

La Camera ha approvato in data 26 ottobre 2017 il disegno di legge Delega al Governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo. Si attende ora l’esame del Senato che ottimisticamente dovrebbe avvenire entro la fine del mese di novembre.

Cosa prevede la riforma: le nuove regole
Una riforma resa necessaria al fine di rendere la normativa italiana conforme ai principi di derivazione comunitaria, in particolare, alla nota Direttiva Bolkenstein del 2006 sulla cosiddetta liberalizzazione dei servizi. Diverse le novità che interessano le concessioni di spiagge e stabilimenti balneari, vediamole.

Bandi di gara
Il primo aspetto chiave della riforma riguarda il passaggio dal sistema di rinnovo automatico della concessione alla procedura di selezione, viene così introdotta una soluzione per garantire il rispetto del principio di concorrenza e della libertà di stabilimento.
Presto le concessioni marittime saranno interessate da procedure competitive e selettive, dove saranno premiati i migliori imprenditori, cioè coloro che saranno in grado di elevare lo standard qualitativo dei servizi offerti nella propria impresa balneare, garantendo al contempo il rispetto dell’ambiente.

Il valore commerciale dell’impresa

Le nuove concessioni verranno affidate riconoscendo e tutelando gli investimenti eseguiti, i beni aziendali ed il loro valore commerciale, salvaguardando – per quanto possibile – la continuità aziendale.
Viene riconosciuto il valore commerciale dell’impresa, e per poter vedersi riconosciuto tale principio potrebbe essere indispensabile certificare il livello di qualità dei propri servizi tramite la norma internazione ISO 13009-2015 - Turismo e servizi connessi. Requisiti e raccomandazioni per il funzionamento della spiaggia.

Rispetto dell’ambiente e zero barriere
Un altro aspetto fondamentale della riforma è quello di prevede un meccanismo premiale per gli stabilimenti a basso impatto ambientale e che prevedono servizi per i disabili.

La salvaguardia degli attuali livelli occupazionali

Importantissima, inoltre, anche la salvaguardia degli attuali livelli occupazionali, ove le risorse naturali disponibili sono scarse. Spetterà alle Regioni, con specifica legge, definire il numero massimo di concessioni assegnabili al singolo operatore.

3 livelli di canoni concessori

Il sistema di calcolo dei canoni concessori passerà ad un sistema a tre categorie di valenza turistica sueperando il sistema di valori dell’Osservatorio immobiliare italiano. Sarà obbligo dei Comuni costieri e degli stessi concessionari rendere pubblici, tramite i propri siti internet, i dati concernenti l’oggetto delle concessioni e i relativi canoni.

La certificazione di qualità ISO 13009

A uno sguardo più ampio e oggettivo è subito evidente che l'obiettivo della riforma è quello di tutelare, nel rispetto della normativa europea, soprattutto il turismo balneare, favorendo lo sviluppo e l’innovazione dell’impresa turistica.
Oggi il concessionario ha tutto il tempo e gli strumenti per poter qualificare la propria professionalità e vedersela riconosciuta in fase di gara tramite la certificazione di qualità ISO 13009.

La certificazione ISO 13009 offre diversi vantaggi:
  • Per l'operatore balneare come strumento di gestione, pubblicitario e capace di porre la propria impresa su un gradino superiore rispetto agli altri stabilimenti balneari.
  • Per i clienti e la pubblica amministrazione concedente come garanzia di oggettività sul livello dei servizi erogati.
Il consiglio per gli operatori balneari che vogliono mettere al sicuro la propria impresa è quello di procedere con la certificazione del proprio stabilimento in conformità alla ISO 13009:2015, poichè al momento è l'unico plus che potrà garantire maggiori opportunità di aggiudicarsi l'appalto rispetto ad altri competitor.

I consulenti di Orizon srl grazie alla collaborazione con importanti Enti di Certificazione possono fornirti tutta l'assistenza necessaria per raggiungere questo ambizioso traguardo, richiedi informazioni.

Richiedi Informazioni

* Nome/Rag. Sociale:
* Telefono:
* E-mail:
Richiesta:
Campi obbligatori *
Perchè iscriversi:
  • iscrizione gratuita
  • iscrizione alla newsletter di Netconcrete che consente di ricevere gli aggiornamenti tecnici e tante altre notizie importanti riguardanti il mondo dell’edilizia.
  • utilizzo del dizionario tecnico italiano-inglese online in cui è possibile usufruire di un dizionario completamente dedicato all’edilizia, di grande utilità per il mondo del lavoro e della scuola
  • inserire la tua azienda nel nostro database: netconcrete è un ottimo strumento economico per la promozione delle imprese.
Iscriviti a NetConcrete
* Nome:
* Cognome:
* E-mail:
Professione:
* Provincia:

Sei un'Azienda?

Nome Azienda:
Indirizzo:
Sito Web:
Breve descrizione:
Campi obbligatori *